Passa ai contenuti principali

Aiutiamo i clienti a comprare

"..non basta più aiutare l'azienda a vendere, bisogna aiutare il cliente a comprare." [fonte 360.com pg.19]

I segreti di una buona strategia di marketing


Per lanciarsi sui social media il primo passo è ascoltare, carpire i temi di interesse, scoprire di cosa si parla e individuare i luoghi dove si incontra il tuo target.
Dopo questo primo passo si può pensare a una strategia attiva.
Da tale momento in poi l’aspetto chiave diventa la capacità di produrre contenuti di valore.
Un po' come accade al ristorante, se il “piatto” non è soddisfacente le persone non torneranno.
Detto questo naturalmente lo scopo dei social media è contribuire al successo del
marchio, e perché no, all’aumento delle vendite.
Al momento non è possibile tracciare un legame diretto tra strategia social e trend sugli “scaffali”. ”. Sicuramente si può dire che le persone cominciano a guardare con sospetto i brand che non sono “sociali”, trasparenti e attivi.
Sbarcare sui social network, dunque, è una condizione indispensabile, se non per
vendere di più, almeno per rimanere sul mercato.   [fonte 360.com pg.19]

Post popolari in questo blog

install language on osTicket

this simple guide aims you to install and configure your language on osTicket i written this guide based on forum post http://osticket.com/forum/discussion/76252/installing-language-pack

Creare un ambiente di sviluppo PHP SYMFONY MYSQL DOCKER

Preferisco Docker a Vagrant, più leggero. Ognuno naturalmente ha le sue preferenze.
Docker lo trovo più facile e veloce da configurare.
Non conosci Docker, vai sul sito e scoprirai un tool fantastico per "virtualizzare" le macchine, anche se non è il termine corretto.
Docker crea un contenitore all'interno del tu S.O. senza però virtualizzare l'infrastruttura hardware.
A me piace sviluppare con Symfony: W Symfony2!

[update: ho trovato questa serie di post nuovi per lo sviluppo con symfony su docker
https://blog.vandenbrand.org/2016/02/03/developing-symfony-applications-with-docker-series-part-i-getting-started/
]

Setup Google Tag Manager con PrestaShop per l'e-commerce avanzato

Google Tag Manage e E-commerce Avanzato all’interno della documentazione ufficiale è descritto sia il processo che il codice di implementazione per il monitoraggio avanzato dell’e-commerce
In breve il codice da inserire deve essere un array tipo dataLayer che contiene una serie di informazioni per il monitoraggio di:
impressioni di prodotto e di categoriadettaglio di prodottocheckoutacquisto Sono presenti anche i meccanismi per il monitoraggio delle promozioni, per l’annullamento ordine e per l’aggiunta dinamica del prodotto in carrello
Nel caso del modulo BwAnalytics sono monitorati i primi 4.
Google Tag Manager L’attivazione dell’ecommerce avanzato si effettua sulla vista di Google Analytics e si impostano i nomi degli step del processo di checout mappati all’interno del codice
Limpostazione di Google Tag Manager per l’e-commerce avanzato richiede la greazione di 3 tag:
impressioni e dattagli categoria e prodottocheckout acquisto pagine prestashop coinvolte Su prestashop le pagine di…